Il Bloggizzaiolo

Perché chiamare un blog “Bloggizzeria”? Perché definirsi “Bloggizzaiolo”?

Per una serie di validi motivi, alcuni si dicono ed altri no. “Bloggizzeria” perché evoca alle mie orecchie la pizzeria, luogo che in sé racchiude una serie di valori che a mio parere si ritrovano nel mondo del blogging. Alcune di questi sono:

  • essere luogo gradito di incontri tra amici vecchi e nuovi, il blog come la pizzeria è occasione di socialità, grazie alla quale ci si mette al corrente della vita e delle ultime novità
  • economicità, il blog è un mezzo economico per costruire relazioni ma con una grande potenzialità (se anche il blog è gratuito non lo è il tempo del blogger!)
  • a tutti piace la pizza, anche alle ragazze in dieta perenne, così a tutti piace condividere dei pensieri, essere letti ed interagire con il mondo
  • la pizza c’è di mille gusti e ciascun pizzaiolo dà i suoi nomi ad ogni pizza, così ci sono innumerevoli blog ed ogni blogger ha il potere di dare i nomi agli eventi, spesso dando loro voce
  • la pizza c’è di farina bianca, integrale, senza glutine, alla napoletana, sottile, al forno a legna o a quello elettrico, così anche per i blog ci sono numerosi CMS, layout, tamplate,…
  • e se proprio non c’è tempo per un bel post al tavolo (desk), c’è sempre il post al taglio (!) consumato mobile da smartphone o tablet per non perdere mai il flusso della condivisione
  • infine (ma è solo per non abusare del vostro tempo!) chi dopo la pizza non ha ancora un po’ di spazio per un dolcetto, per un gelato o una passeggiata? Così nessuno scrive in un blog se non per uscirne attraverso i canali social, perché nessun post è più bello di uno condiviso.

Così nasce la mia suggestione di un blog pizzeria, che sforni pensieri sempre croccanti e profumati dalla creatività del bloggizzaiolo. Sempre in suon di metafora, concluderei dicendo che non c’è pizza industriale che sia buona come quella cotta al forno dopo essere stata vezzeggiata dalle mani del pizzaiolo esperto, così non esiste buona comunicazione se non quella fatta con cura, creatività, attenzione e professionalità dal blogger esperto. Le risposte automatiche, la standardizzazione comoda, la mancanza The_colour_of_ones_facedi umanità nella comunicazione, ecc., sono come le pizze surgelate, belle e buone solo nelle pubblicità.

Quindi caro lettore mangiatore di post croccanti stai tranquillo, nonostante il nome minaccioso, il Bloggizzaiolo non ha né il vaiolo né un orzaiolo! Al più, il bravo bloggizzaiolo è un creativo che sa prestare la sua scrittura ed il suo volto a molteplici personalità che sono diverse e specifiche necessità di scrittura e di voce. Egli deve saper vedere l’altro in sé ed il sé nell’altro, trovando equilibri di volta in volta nuovi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SQcuola di Blog V edizione
Prima serata di Sqcuola alle 19:0017 giugno 2013
Sono tra i banchi?
Gli ultimi articoli?
Cosa dicono

Seguimi su Twitter
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: